Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

Rotta l'egemonia KTM: in Lettonia vince Olsen con l'Husqvarna

Dopo sei vittorie consecutive dei piloti ufficiali della Casa austriaca, è finalmente arrivata una svolta a Kegums. La sorpresa è la Yamaha di Geerts, che soffia anche la piazza d'onore al padrone di casa Jonass.

La vittoria di Thomas Kjer Olsen nel GP di Lettonia disputato a Kegums, rompe finalmente il dominio KTM Red Bull. Dopo sei gare vinte dal Team Ufficiale austriaco (quattro di Jonass e due di Prado), ecco che alla settima sale sul gradino più alto del podio il danese del Team Ufficiale Husqvarna, che è poi anche il pilota che nella passata stagione ha vinto proprio su questo tracciato la sua primissima gara mondiale.

La sorpresa del giorno viene da Jago Geerts che si prende il suo primo podio da quando è in MX2. Il belga del Team Kemea Yamaha è da inizio stagione che cresce gara dopo gara. Questo risultato era nell’aria e siamo certi che da ora in poi saprà essere spesso protagonista.

Con lo stesso punteggio di Geerts, ma in virtù del piazzamento di gara due, Pauls Jonass si ferma al terzo posto. Sfuma così, per ora, il sogno di vincere dinanzi al suo pubblico. Per il Campione in carica della MX2 è stato un fine settimana molto sofferto, con piccolissimi errori fin dalle prime prove libere. Secondo nella prima manche alle spalle di Olsen, Jonass in gara due parte male e deve rimontare dalla 13° piazza. Rimonta che si ferma al quinto posto.

Alle sue spalle, staccato di due soli punti, troviamo Jorge Prado che al decimo posto della prima frazione dovuto ad una scivolata al primo giro, si riscatta ampiamente vincendo la seconda manche. Ben Watson è quinto e al pari di Jago Geerts, si conferma pure lui come protagonista futuro della categoria.

L’ufficiale HRC Kevin Vlaanderen si prende un buon sesto posto dinanzi a Henry Jacoby e all’ottimo Michele Cervellin che nelle due manche fa 11° e ottavo. Davy Pootjes, lo spagnolo Olano Larranaga ed il nostro Samuele Bernardini sono tutti e tre a 28 punti ma l’azzurro, per gli incroci dei piazzamenti, è quello che ci rimette, chiudendo il GP fuori dai dieci. A punti anche Morgan Lesiardo e Simone Furlotti (cinque per ciascuno) mentre Nicola Bertuzzi fa due zeri.

E’ stata una gara costellata da brutti infortuni. Hunter Lawrence si è procurato un trauma cranico, ma la prossima settimana, in Germania, dovrebbe esserci. Alvin Ostlund è caduto nel corso della seconda manche e si è rotto la caviglia in tre punti. Per lui stagione finita. Stephen Rubini, nello stesso punto dove è caduto Ostlund, si è procurato una grossa lussazione alla spalla.

GP LETTONIA – Classifica GP

1° Thomas Olsen - Rockstar Husqvarna 47 punti; 2° Jago Geerts – Kemea Yamaha 38; 3° Pauls Jonass – Red Bull KTM 38; 4° Jorge Prado - Red Bull KTM 36; 5° Ben Watson – Kemea Yamaha 34; 6° Kalvin Vlaanderen – Team HRC 26; 7° Henry Jacobi – STC Racing 24; 8° Michele Cervellin 23; 9° Davy Pootjes – LRT KTM 21; 10° Olano Larranaga 21.

CLASSIFICA CAMPIONATO MX2

1° Pauls Jonass – Red Bull KTM 304 punti; 2° Jorge Prado - Red Bull KTM 282; 3° Thomas Olsen - Rockstar Husqvarna 266; 4° Ben Watson – Kemea Yamaha 210; 5° Jed Beaton – F&H Racing Team 174; 6° Kalvin Vlaanderen - Team HRC 156; 7° Jago Geerts – Kemea Yamaha 140; 8° Henry Jacobi – STC Racing 128; 9° Vsevolod Brylyakov Kemea Yamaha 127; 10° Conrad Mewse – Hitachi KTM UK 126.