Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

La Lettonia espelle uno o più diplomatici russi

La Lettonia prevede l'espulsione di uno o più dipendenti dell'ambasciata russa, ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Ghints Eghermanis.

"La Lettonia insieme alla Gran Bretagna e altri paesi UE discute su quali possano essere i passi di risposta per l'avvelenamento della Russia nel Regno Unito del doppio agente Sergei Skripal" ha sottolineato Eghermanis. Informazioni dettagliate verranno presentate lunedì 26 marzo.

Come ha dichiarato il capo del dipartimento Edgars Rinkevics, tale soluzione può essere presa "in segno di solidarietà" con gli altri paesi dell'Unione Europea. Tuttavia, ha assicurato che la Lettonia non ha intenzione di revocare dalla Russia l'ambasciatrice Marisa Riekstinsha.

Al vertice di Bruxelles, i leader dei paesi dell'UE hanno dichiarato che a causa della mancanza di un' "altra plausibile spiegazione" sono d'accordo con la valutazione del governo britannico, sulla "altamente probabile" responsabilità della Russia per avvelenamento a Salisbury.

Come scrive il Guardian, citando le fonti a conoscenza della condizione, la questione sull'espulsione dei diplomatici russi o la revoca dei suoi collaboratori viene studiata da Francia, Polonia, Lettonia, Lituania e Estonia.

In risposta, la Russia espelle i dipendenti dell'ambasciata della Lettonia, ha detto a Sputnik il vice presidente del comitato del Consiglio della Federazione russa per gli affari internazionali Vladimir Dhabarov.

"Non è escluso che saranno di più, se saranno espulsi i nostri" ha sottolineato. "La Russia non ha responsabilità nell'avvelenamento di Skripal, la colpa non è dimostrata" ha aggiunto. Secondo il capo del comitato della Duma di stato per gli affari della Comunità degli Stati Indipendenti, e per l'integrazione euroasiatica, Leonid Kalashnikov, la Russia ha bisogno di introdurre contromisure economiche contro la Lettonia.

"Li abbiamo abituati al fatto che non rispondiamo seriamente. E' necessario prevedere misure di carattere economico. E che espelleremo non un solo diplomatico, su questo non ho dubbi" ha detto il deputato.

Il 4 marzo Skripal e sua figlia Yulia sono stati trovati privi di sensi nella città inglese di Salisbury. Le autorità di Londra sostengono che il loro avvelenamento sia avvenuto con la sostanza sviluppata nell'ambito del programma sovietico Novichok. Un progetto con un nome simile in Unione Sovietica non esisteva, la designazione avveniva con le cifre. Il nome stesso Novichok è stato diffuso dai media esteri con la presentazione di Vila Mirsajanova, che non ha alcuna relazione con la creazione di armi chimiche.

Londra ha bandito 23 diplomatici russi, ha deciso di congelare i contatti bilaterali con Mosca. La Russia ha adottato misure di riflesso e ha annunciato l'espulsione dei diplomatici, ha ritirato l'autorizzazione per l'apertura del consolato a San Pietroburgo e ha dichiarato la fine dei lavori del British Council. Vladimir Putin ha definito le accuse di coinvolgimento della Russia nell'avvelenamento di Skripal "corbellerie". Egli ha sottolineato che la Russia non ha armi chimiche, sono state distrutte sotto il controllo degli osservatori internazionali.