Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

MXGP, Tony Cairoli in Lettonia per raggiungere Gajser

Se non dovesse bastarvi l’adrenalina per la MotoGP a Jerez, potete sempre godervi il mitico Tony Cairoli in Lituania, che lotta per raggiungere Tim Gajser nella classifica generale

Domenica 7 maggio si consiglia i deboli di cuore di premunirsi di scorte di cardiotonici perché come se non bastasse Jerez con gli incredibili leader delle classifiche iridate Morbidelli e Rossi abbiamo anche la gara in Lattonia per la MXGP con un Tony Cairoli stratosferico. Ormai arrivata alla sesta prova la MXGP ha fatto abbondantemente capire che il Siciliano della KTM è ancora una volta il pilota più in forma anche se non ancora leader della classifica iridata.

Dietro di soli 14 punti al campione in carica Tim Gajser, Cairoli patisce una serie di sfortunate partenze che lo hanno obbligato a recuperi incredibili come in Trentino dove ha passato gli avversari con una velocità umiliante. Se a Valkenswaard non fosse stato impedito nella partenza di gara uno, oggi probabilmente sarebbe il capofila di un mondiale molto equilibrato e combattuto. Sicuramente tra i più spettacolari degli ultimi 4 anni. Almeno 6 i pretendenti alla vittoria di ogni gara con il solito fenomeno sloveno Gajser in grandissima forma ma molto meno marziano rispetto allo scorso anno e fino ad oggi battuto ben 5 volte dal nostro Cairoli.

Ottimo Paulin che con il passaggio alla Husqvarna ha ritrovato smalto e classe. Van Horebeek è la sorpresa della stagione e spesso riesce a battere il compagno Febvre ancora troppo discontinuo. Bene Desalle e maluccio il fenomeno Jeffrey Herlings che si è ripreso dal solito infortunio solo sulla sua sabbia olandese. Insomma una bella pattuglia alla quale aggiungiamo Bobryshev e Nagl per un gruppo scatenato di campioni in grado di rendere ogni gara un grande spettacolo.

La Lettonia sarà un’altra pista di grande sabbia e quindi il terreno ideale per lo scontro tra Tony e Tim. Una gara chiave che potrebbe rappresentare il punto di svolta della stagione 2017. Purtroppo oscurato spesso dalla TV, il Cross rimane davvero uno sport di nicchia e ci tocca pagare ogni GP per vederlo in streaming sul PC o in differita su Eurosport. Non si capisce di chi è la colpa ma le spese le fanno tutti gli appassionati che si vedono negare una serie di gare bellissime emozionanti perché animate dal più grande pilota di Cross in attività, Tony Cairoli.

Sulla scia dell’immenso Cairoli bisogna assolutamente rimarcare la storica impresa che sta facendo Angelo Pellegrini nel SuperCross Usa 2017. Dopo aver dominato in tutte le gare di Supercross europee, il Bresciano ha deciso di tentare quello che non è mai riuscito a nessun pilota Italiano. Ovvero qualificarsi e disputare una prova dell’AMA Supercross 450. Con grande sicurezza il nostro Pellegrini ha passato le terribili qualifiche ed è riuscito ad entrare nelle due finali di Salt Lake City e New York entrando nella storia del Supercross come primo Italiano a disputare finali della TOP CLASS.