Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

MX2, GP Lettonia 2017: vince Thomas Kjer Olsen, mentre in gara-2 il successo va al padrone di casa Pauls Jonass

Il GP di Lettonia della MX2 va al danese Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) che si aggiudica gara-1 e arriva secondo in gara-2. La gara lettone ha visto la vittoria anche del padrone di casa Pauls Jonass nella seconda manche, una corsa ricca di colpi di scena e cambi al primo posto. In classifica generale Jonass allunga su Jeremy Seever (Suzuki) che prende punti solo in gara-1. Alle loro spalle Olsen si fa minaccioso con 47 punti totali a Kegums.

Gara-1 se l’era aggiudicata il danese Thomas Kjer Olsen con due secondi e mezzo di vantaggio sullo svizzero Jeremy Seever (Suzuki) che ha preceduto di pochi decimi il leader del Mondiale ed il padrone di casa Pauls Jonass (KTM). Dietro di loro il vuoto. Il quarto, infatti, lo spagnolo Jorge Prado Garcia (KTM) è arrivato a 20 secondi di ritardo, precedento l’olandese Calvin Vlaanderen (KTM), quindi gli statunitensi Thomas Covington (Husqvanra) e Darian Sanavei (Kawaski) con oltre mezzo minuto di gap. Completano la top ten il belga Julien Lieber (KTM) ottavo, il britannico Conrad Mewse (Husqvarna) e l’australiano Hunter Lawrence a un minuto dalla punta.
Gli italiani: il migliore dei nostri è stato Samuele Bernardini, giunto al traguardo in quindicesima posizione, quindi troviamo Michael Mantovani trentunesimo, mentre Ivo Monticelli e Michele Cervellin si sono dovuti ritirare.

Gara-2. In partenza ha preso il comando Jorge Prado Garcia, ma subito Pauls Jonass lo passa e si mette a guidare il gruppo, seguito da Thomas Covington a brevissima distanza e Julie Lieber quarto ma con un discreto divario. Il forcing del lettone dura poco, dato che lo statunitense scappa via e lo stacca di quasi tre secondi in pochi giri, alle loro spalle Prado Garcia prova a rimanere ad un distacco ammissibile, ma Lieber lo sopravanza al giro otto. Contemporaneamente il leader commette un grave errore, finisce a terra (ripartirà sesto), e spiana la strada a Jonass che riprende la punta con 3 secondi su Lieber. Il belga, tuttavia, resiste poco e cade a sua volta lasciando il secondo posto a Olsen. Davanti Jonass conduce in porto gara-2 e vince dinanzi al proprio pubblico, mentre il danese chiude secondo e vince il GP di Lettonia. Al terzo posto Conrad Mewse che stacca nettamente Calvin Vlaanderen. Quinto Garcia Prado dinanzi al francese Benoit Paturel (Yamah) poi l’americano Darian Sanayei (Kawasaki) Julien Lieber che riesce ad giungere al traguardo, l’olandese Brian Bogers (KTM) e lo svedese Alvin Ostlund (Yamaha).
Gli italiani: dopo un buon avvio si ferma anzitempo Samuele Bernardini (come Michael Mantovani). Si classifica diciannovesimo Michele Cervellin, due posti dinanzi ad Ivo Monticelli.

1 JONASS KTM 287 PUNTI
2 SEEWER SUZUKI 245 PUNTI
3 OLSEN HUSQVARNA 235 PUNTI
4 LIEBER KTM 223 PUNTI
5 PATUREL YAMAHA 198 PUNTI
6 VAN DONINCK YAMAHA 166 PUNTI
7 PRADO GARCIA KTM 155 PUNTI
8 COVINGTON HUSQVARNA 152 PUNTI
9 VLAANDEEN KTM 133 PUNTI
10 BRYLYAKOV KAWASAKI 123 PUNTI
..
12 CERVELLIN HONDA 111 PUNTI
13 BERNARDINI KTM 104 PUNTI
..
21 MONTICELLI KTM 49 PUNTI
..
34 TROPEPE SUZUKI 7 PUNTI