Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

Slittino, Coppa del Mondo Sigulda 2018: STORICA SANDRA ROBATSCHER! Podio pazzesco per l’azzurra in Lettonia!

Sandra Robatscher regala un grandissimo podio all’Italia nell’ultima tappa della Coppa del Mondo 2018 di slittino femminile. L’atleta altoatesina, infatti, grazie ad una eccellente rimonta nella seconda manche, si piazza al terzo posto nella gara vinta dalla russa Tatyana Ivanova dinanzi alla dominatrice della stagione, la tedesca Natalie Geisenberger.

Si tratta di una vera e propria impresa storica per l’azzurra perché l’Italia non festeggiava un podio al femminile dai tempi di Anastasia Oberstolz (fu seconda a Lake Placid nel dicembre 2005). Ricordiamo che la gara valeva anche come prova per gli Europei (il podio non cambia rispetto a quello di Coppa del Mondo).

Ivanova, dunque, centra la prima vittoria della sua annata chiudendo con il tempo complessivo di 1:23.989, stabilendo i migliori crono in entrambe le discese (42.047 nella prima, 41.942 nella seconda). Al secondo posto Geisenberger a 87 millesimi, mentre la nostra portacolori si è piazzata sul gradino più basso del podio (suo miglior risultato stagionale) a 371 millesimi con il quinto tempo nella prima manche ed il settimo nella successiva. Ai piedi del podio s’è fermata la seconda tedesca Dajana Eitberger, che sale in terza posizione nella graduatoria generale (completando una inammissibile tripletta teutonica) mentre al quinto posto chiude la prima padrona di casa, Kendija Aparjode a 464 millesimi. Sesta posizione per la statunitense Erin Hamlin, dinanzi alla terza tedesca Julia Taubitz. Completano la top ten la seconda lettone Eliza Cauce, la canadese Alex Gough e la nostra Andrea Voetter a 618 millesimi dalla punta. Nella seconda manche si segnalano i crolli dell’americana Emily Sweeney che dalla quarta posizione scivola in ventunesima ed ultima con 12.288 secondi di distacco, e l’austriaca Madeleine Egle che dalla terza precipita in ventesima con 1.866 secondi da Ivanova.

In classifica generale, dunque, Geisenberger conferma il suo dominio assoluto salendo a quota 1035, con Tatjana Heufner (oggi assente) a 695 punti e Dajana Eitberger che sale in terza posizione a 694 punti. Prima delle non tedesche è la statunitense Summer Britcher a 676. Sandra Robatscher sale in nona posizione a 436 punti, mentre Andrea Voetter è diciottesima con 291.

La prima manche aveva visto grandissimo equilibrio e l’affermazione di Tatyana Ivanova con il tempo di 42.047 lasciando Natalie Geisenberger a 17 millesimi e Madeleine Egle a 97. Quarta posizione per Emily Sweeney a 117 millesimi dinanzi alla nostra Sandra Robatscher a 125 millesimi. Sesta Alex Gough a 170 millesimi dinanzi a Dajana Eitberger a 187, Kimberley McRae a 237, Julia Taubitz a 239 e il trittico di padrone di casa Kendija Aparjode a 239, Ulla Zirne a 241 e Elisa Cauce a 248. Sedicesima, invece, Andrea Voetter a 438 millesimi.