Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

Speciale difesa: Lettonia, conclusa esercitazione “Silver Arrow”

Roma, 30 ott 16:00 - (Agenzia Nova) - Si è conclusa l'esercitazione “Silver Arrow” (Freccia d’Argento) che ha visto impegnati circa 3.500 uomini provenienti da undici Paesi alleati della Nato a cui ha preso parte anche una Compagnia di fanteria media italiana. Lo riferisce lo Stato maggiore della Difesa. L'esercitazione è iniziata il giorno 18 ottobre con un movimento di oltre 150 veicoli da combattimento e logistici che si sono schierati presso la località di Aluksne circa 250 chilometri a nord-est di Riga. Tale attività ha voluto testare sul campo la capacità di rischierare rapidamente un ingente numero di uomini e mezzi a distanze rilevanti. Nella seconda fase, invece, è stata svolta un’attività esercitativa, a partiti contrapposti, in cui le unità hanno avuto l’opportunità di mettere in atto le loro procedure ed il loro addestramento comune contro un nemico simulato da militari provenienti dal Multinational Battle Group schierato in Estonia. L’attività è durata sette giorni consecutivi ed ha visto i militari combattere in condizioni climatiche caratterizzate da temperature quasi costantemente sotto gli zero gradi.

L’esercitazione è terminata con una dimostrazione alla presenza delle autorità politiche e militari dei Paesi partecipanti, tra cui il comandante del nono Reggimento fanteria colonnello Fabrizio De Pasquale, che hanno potuto vedere e toccare con mano i veicoli e le armi dei vari contingenti nazionali nonché osservare le singole unità nella condotta di attività di vario genere, dalla ricerca e brillamento di ordigni improvvisati, alla bonifica di materiali contaminati da aggressivi chimici fino al superamento di un campo minato e la condotta di attacchi di fanteria. L'unità italiana impiegata, nel corso della “Silver Arrow è costituita da circa 100 uomini a bordo di veicoli blindati medi (Vbm) 8x8 “Freccia” e di veicoli tattici leggeri multiruolo (Vtlm) “Lince”. L’esercitazione “Silver Arrow” costituisce un passo fondamentale nell’addestramento e nell’integrazione delle unità che vi hanno preso parte in quanto si è dimostrato che, con l’addestramento e la condivisione delle procedure, è possibile gettare le basi per poter vivere, muovere e combattere insieme, come è stato più volte ribadito dal colonnello Ilmars Lejins, comandante della prima Brigata di fanteria lettone, complimentandosi con i partecipanti per gli obiettivi raggiunti.

La compagnia italiana esercitata proviene dal contingente schierato, da oltre cinque mesi in Lettonia, ed è inquadrata nel Multinational Battle Group a guida canadese costituito da circa 1.200 militari provenienti da Albania, Canada, Polonia, Slovenia e Spagna. I militari che prendono parte a questa Missione provengono, in maggioranza, dal nono Reggimento Fanteria “Bari”, di stanza a Trani, con assetti del Comando Brigata “Pinerolo”, del terzo Reggimento Bersaglieri, del 62mo Reggimento Fanteria “Sicilia” e del 232mo Reggimento Trasmissioni. L'enhanced Forward Presence si inquadra in un generale potenziamento della presenza di Forze della Nato sul territorio europeo, tanto sul confine orientale quanto sul Mar Mediterraneo. L’eFP è una misura di natura difensiva, proporzionata e pienamente in linea con l’impegno internazionale della Nato che intende rafforzare il principio di deterrenza dell’Alleanza e rappresenta un chiaro modello della determinazione nell’assolvere la missione primaria di sicurezza collettiva dell’integrità territoriale euro-atlantica contro ogni possibile aggressione e minaccia, nonché di riaffermazione della coesione e della solidarietà tra i Paesi membri. (Res)