Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

In arrivo la prima Biennale d'arte di Riga | Artribune

Prima edizione della Riga International Biennial of Contemporary Art (RIBOCA), in occasione del centenario dell’Indipendenza di Estonia, Lituania e Lettonia. 6 le sedi, tra ex fabbriche sovietiche e una stazione del treno attiva

I Paesi Baltici di Estonia, Lettonia e Lituania sono ancora un territorio inesplorato, nonostante gran parte della produzione artistica provenga da lì. Per rimediare a questa poca visibilità e aumentare l’impegno artistico tra la regione baltica e il resto del mondo, ne è nata una nuova piattaforma generale – a cadenza biennale – per artisti internazionali e baltici. Il tutto su iniziativa privata di Agniya Mirgorodskaya, giovane appassionata di arte contemporanea – proveniente da una ricca famiglia russo-lituana, con studi al Sotheby’s Institute of Art di New York ed esperienze lavorative da Christie’s a Londra – che si è assunta l’onere finanziario dell’intatto progetto. Il 2 giugno aprirà, così, i battenti la prima edizione della Riga International Biennial of Contemporary Art (RIBOCA) che vedrà l’ex direttrice di Art Brusselles Katerina Gregos in veste di capo-curatore: a lei il compito di dare forma e sostanza al concept di questa edizione inaugurale, Everything Was Forever, Until It Was No More, che coincide con il centenario dell’Indipendenza dei tre Stati di Lituania, Lettonia ed Estonia. Non si conoscono ancora i nomi degli artisti selezionati, ma sono state appena annunciate le sei sedi che ne ospiteranno il programma e gli eventi pubblici correlati.  La maggior parte di questi spazi si trova a 20 minuti a piedi l’uno dall’altro, creando un tragitto sostenibile e consentendo ai visitatori, non solo di vedere la mostra, ma di scoprire anche Riga e la regione del Baltico. Le sedi selezionate riflettono, infatti, la storia culturale e architettonica della città e il suo territorio: dai tradizionali edifici in legno medievali e ottocenteschi all’Art Nouveau prebellico; al modernismo sovietico e all’imponente architettura industriale, ecco le sedi nel dettaglio.