Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

Lettonia, è super Herlings. Ma Cairoli torna in

Antonio Cairoli torna dalla Lettonia con la tabella rossa di leader del Mondiale in mano. A Kegums, dove si è disputato il 7° round del Campionato del Mondo di Motocross, il siciliano ha colto il risultato tanto voluto portando a termine la rimonta su Tim Gajser (Honda) iniziata il 16 aprile con la splendida vittoria ad Arco di Trento. Prima della gara italiana, l’otto volte iridato aveva 20 punti di ritardo dal rivale, oggi ne conta 17 di vantaggio. Insomma, una condizione completamente ribaltata.

— Pole in qualifica e successo in gara. Gran bel weekend per il Campione Europeo MX2 2016 Thomas Kjer Olsen (Husqvarna), che in Lettonia ha conquistato la sua prima vittoria in carriera nella classe cadetta grazie al successo in gara 1 - ottenuto restando in testa dal primo all’ultimo giro - e alla seconda piazza della seconda manche, in cui è risalito con un bel ritmo dalla 9° posizione. Il danese si è portato così sul terzo gradino del podio in campionato. Festa rimandata per il pilota di casa, Pauls Jonass (KTM), terzo in gara 1 a causa di un sorpasso subito nelle ultime curve da Jeremy Seewer (Suzuki) e primo in gara 2 in cui, a metà corsa, ha conquistato la punta approfittando della caduta di Thomas Covington (Husqvarna). Il lettone – leader del Mondiale - non ha vinto però ha incrementato il suo vantaggio nella graduatoria generale sugli inseguitori. Il primo dei quali è lo svizzero Jeremy Seewer, ancora secondo ma lontano 42 punti dopo il pesante 0 in gara 2. Terzo di giornata, ma mai nella top 3 di manche, l’olandese Kalvin Vlaanderen (KTM), quinto e quarto. Weekend molto complicato per gli italiani: 21° Samuele Bernardini, 24° Michele Cervellin, 26° Ivo Monticelli, 34° Michael Mantovani.

— Ottimo fine settimana per Morgan Lesiardo nell’Europeo MX2. Il pilota di Cantù (CO) ha guadagnato il secondo posto di GP dietro al neozelandese Josiah Natzke (KTM) e dinanzi al belga Jago Geerts (KTM). In campionato ha incrementato il vantaggio su Miro Sihvonen: 122 le lunghezze dell'azzurro, 90 quelle del finlandese, che in Lettonia non ha preso il via. Terzo nella generale, Simone Furlotti (Yamaha) a quota 86. Sprazzi di azzurro anche nel Campionato continentale 125 cc: Gianluca Facchetti (Husqvarna) e Matteo Puccinelli (KTM) hanno chiuso gara 1 in terza e quarta piazza; settimo Mattia Guadagnini (TM) in gara 2.

— Gara 1 MXGP: Jeffrey Herlings (KTM) in 34’09’’136; 2° Clement Desalle (Kawasaki ) + 13’’921; 3° Evgeny Bobryshev (Honda) +16’’063; 5° Antonio Cairoli (KTM) + 35’’413; rit. Alessandro Lupino (Honda). Gara 2 MXGP: 1° Jeffrey Herlings (KTM) in 34'23''826; 2° Antonio Cairoli (KTM) + 17''846; 3° Arminas Jasikonis (Suzuki) + 23''847 Campionato MXGP: 1° Antonio Cairoli (KTM) 258 pt.; 2° Tim Gajser (Honda) 241 pt.; 3° Gautier Paulin (Husqvarna) 220 pt.; 21° Alessandro Lupino (Honda) 30 pt. Gara 1 MX2: 1° Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) in 34'37''013; 2° Jeremy Seewer (Suzuki) + 2''597; 3° Pauls Jonass (KTM) + 3''143; 15° Samuele Bernardini (TM) + 1'16''111; 31° Michael Mantovani (Yamaha) + 1 giro. Gara 2 MX2: 1° Pauls Jonass (KTM) in 35'08''557; 2° Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) + 2''693; 3° Conrad Mewse (Husqvarna) + 8''258; 19° Michele Cervellin (Honda) +1'07''989; 21° Ivo Monticelli (KTM) +1'09''982; Samuele Bernardini (TM) + 1 giro; Michael Mantovani (Yamaha) + 1 giro. Campionato MX2: 1° Pauls Jonass (KTM) 287 pt.; 2° Jeremy Seewer (Suzuki) 245 pt.; 3° Thomas Kjer Olsen (Husqvarna) 235 pt.; 12° Michele Cerellin (Honda) 111 pt.; 13° Samuele Bernardini (TM) 104 pt.; 21° Ivo Monticelli (KTM) 49 pt.