Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia

Kalle Rovanperä: dominio al Rally Lettonia e ipoteca sul campionato lettone

E’ una stagione intensa quella di Kalle Rovanperä. Dopo aver corso nel nostro Rally San Marino la scorsa settimana, il giovane finlandese è tornato a calcare le strade del campionato lettone in questo weekend.

Con il Rally Latvija presente in calendario come quarta prova del campionato, il finnico non ha voluto mancare alla corsa che riusci’ a vincere dodici mesi fa. E come nella scorsa stagione, l’epilogo è stato il medesimo. Complice anche una concorrenza non proprio di primo livello, Kalle si è reso assoluto protagonista della gara lettone, riuscendo a vincere ben undici delle dodici prove speciali in programma. Ma oltre alla vittoria nel singolo rally, il sedicenne nordico ha messo una importante ipoteca sul titolo nazionale nel quale può vantare un cospicuo vantaggio sul secondo in classifica, Nikolay Gryazin, assente nell’ultima gara disputata.

In questo modo il vantaggio di Rovanperä si può misurare in cinquanta lunghezze di margine che con soli due rally da disputare sembrano un gap incolmabile per il ventenne russo. Se cosi’ fosse quello di Kalle potrebbe essere il secondo titolo lettone consecutivo a soli diciassette anni.

In una gara caratterizzata da un insolito caldo torrido, le uniche briciole lasciate per strada dal campioncino finlandese le ha raccolte Janis Vorobjovs che, con la insolita Mitsubishi Mirage RS Proto Evo II, si è accaparrato l’unico scratch lasciato libero dalle grinfie di  Rovanperä. A completare il podio troviamo la Fiesta R5 condotta da Janis Berkis il quale, oltre alla terza piazza nel Rally Latvjia, occupa la medesima posizione anche nella classifica di campionato. Da segnalare il quinto posto assoluto di Reiniss Nitiss, impegnato quest’anno nel mondiale rallycross alla sua prima apparizione nei rally in questo 2017.

Ottima anche la performance di Oliver Solberg, figlio del campione del mondo rally 2003. Il sedicenne norvegese ha chiuso al decimo posto assoluto ed al secondo di classe, dietro a Martin Sesks con la Peugeot 208 R2.