Lettonia Riga, Lettonia, Guida ufficiale di Riga con informazioni inerenti l'ambasciata italiana a Riga, clima, meteo, ragazze, hotel, appartamenti, viaggi, turismo, voli, museiLettonia
Lettonia > Forum Russia-Italia > Non classificati

Sono o non sono da manicomio?

RSS
Autore
Giorno e Ora
Messaggio Operazioni
Domenico Azzolina
male
dazzolina@tim.it
Niko

Vi racconto la mia storia, perchè oggi la mia storia con la ragazza di San Pietroburgo è finita e credo che lo sia per sempre.
L'ho conosciuta un anno fa su icq. Era stata lei a contattarmi perchè nelle mie info avevo messo che conoscevo il russo.
Io all'epoca avevo una moglie ed una figlia, una famiglia insomma. Mia moglie era anche lei russa ed anche lei l'avevo conosciuta sul ICQ nel 1998. Con lei però in quel periodo le cose andavano un po male. Io ero molto impegnato nel cercare di far quadrare i conti di casa, perchè nel periodo in cui lei era stata a casa in gravidanza e dopo il parto, per far fronte alle nostre esigenze economiche, avevamo fatto qualche debito con le banche e quindi, ci eravamo ritrovati ogni mese a pagare delle consistente rate.
Con noi c'era anche sua madre la quale ci dava una mano con la bambina e per fare venire lei avevamo anche dovuto spendere un po di soldi più volte, per i vari visti e biglietti aerei.
Come ho detto prima, un anno fa, conosco su ICQ quest'altra ragazza e a me piace molto parlare con lei perchè era il tipo di persona che avevo sempre desiderato conoscere, intelligente, brillante, allegra e forte di spirito. Quando lei mi chiese se ero sposato o se avevo la ragazza, io, per il timore di perderla, le dissi che non avevo nessuno. A me bastava chattare con lei di tanto in tanto e questo mi aiutava a dimenticare per qualche ora i problemi della vita quotidiana che mi opprimevano sempre più.
Poco dopo però ci siamo ritrovati a scambiarci SMS e dopo ancora io iniziai a chiamrla a casa quasi ogni sera.
Quando mi resi conto che la cosa stava per farsi troppo seria, perchè lei un giorno con un SMS mi disse se mi sarebbe piacuto incontrarla e perchè no sposarla, decisi di dirle la verità, cioè che ero sposato ed avevo una figlia. A questa verità però aggiunsi una mezza bugia, ovvero, che con mia moglie ormai da mesi non avevo più un rapporto normale e che probabilmente presto avremmo finito col divorziare.
Lei, li per li, rimase alquanto scioccata, però, decise comunque di andare avanti con me nella speranza che magari avessi davvero divorziato presto.
A dicembre decise di invitarmi a San Pietroburgo e mi inviò un invito fatto tramite una agenzia turistica in modo da farmi ottenere un visto turistico con prenotazione alberghiera fittizia.
Io però non me la sentivo di abbandonare così all'improvviso la mia famiglia e quindi, con una scusa, le dissi che non potevo andare da lei.
A gennaio però si verificò la nostra prima "crisi".
Qualche settimana prima mia moglie aveva festeggiato il suo compleanno e quella sera lei in preda all'alchool mi confidò che qualche mese prima si era presa una cotta per un suo collega. Questa cotta però le era passata subito perchè il tipo non sembrava interessata a lei ed anche perchè nostra figlia era finita in ospedale e lei aveva creduto che era Dio che la stava punendo per questa sua distrazione. A quel punto io le dissi che stavo in contatto con una tipa di San Pietroburgo e che spesso la chiamavo e con la quale avevo un insolito rapporto a distanza, un po come era stato con lei nel 98. Lei ci rimase parecchio male e da li la nostra crisi prese una svolta che a tutt'oggi sembra irreversibile.
Come dicevo prima, a gennaio con la tipa di San Pietroburgo ci fu la nostra prima crisi. Una notte mi ritrovai a parlare con mia moglie nel tentativo di trovare una soluzione per riprendere assieme il nostro cammino. Decisi quindi di mandare un SMS alla tipa di SPb dicendole che avevo parlato con mia moglie. In Russia erano le 5 del mattino.
Il giorno dopo lei mi rispose con un SMS dicendomi di non mandarle più messaggi e di non chiamarla più. Dopo qualche ora però lei mi riscrisse di nuovo un SMS chiedendomi cosa stessi facendo ed io le risposi chiedendole perchè mi avesse mandato quel messaggio. Mi rispose "Potomu cto ya tebia lubliu". In quel momento io mi sentii morire. Poco dipo mi chiese di chiamarla a casa di una sua amica. Mi disse che se ero davvero intenzionato ad incontrarla e se era vero che con mia moglie io non volevo più stare, avrei dovuto fare di tutto per realizzare questo nostro desiderio. Io le dissi che ero senza soldi e l'aiuto di mia moglie mi era indispensabile per non finire in mezzo ad una strada.
Il giorno dopo lei era al lavoro ed eravano su ICQ. Lei mi mandò una sua nuova foto. Era bellissima. Già in precedenza avevo viste altre sue foto, ma quest'ultima era davvero eccezionale. All'improvviso però non mi scrisse più nulla. La chiamai a casa la sera e lei mi riattaccò il telefono in faccia, così per diverse sere fino a quando non decisi di rassegnarmi.
La mamma di mia moglie tornò in Russia e nostra figlia andò a finire in Sicilia da miei. Pensavamo che fosse stato così per un breve periodo, il tempo di riorganizzarci e presto avremmo ripreso nostra figlia con noi.
Io credevo di aver chiuso definitivamente con la tipa di SPb. A casa però le cose non miglioravano, anzi, mia moglie spesso mi diceva che doveva rientrare tardi la sera perchè aveva delle importanti riunioni di lavoro. Una sera decisi di chiamare uno dei suoi responsabili che era stato un mio collega in passato nell'azienda in cui lavoro. Lui, stupito, mi disse che non c'era e non c'erano state riunioni di lavoro. Iniziai a capire cosa lei stesse facendo. Decisi che con lei era ormai finita e che nostra figlia avrebbe per sempre vissuto con i miei in Sicilia, dove tutt'ora vive. In seguito mia moglie mi confessò che aveva conosciuto un tipo mezzo russo e mezzo romano che aveva un locale nel pressi di viale Ostiense a Roma e con il quale stava avendo una relazione.
Io, nel frattempo, avevo cancellato su ICQ il contatto della tipa di SPb. Ai primi di febbraio però lei si rifece viva su ICQ. Mi chiese cosa avevo fatto in quell'ultimo periodo e alla fatidica domanda "skem ti givesh?" io le risposi "Odin". Le dissi che avevo mandato via mia moglie e che adesso vivevo da solo. Non era vero ovviamente, ma lo sarebbe stato da li a qualche mese. A questo punto il nostro rapporto riprese da dove si era interrotto. Lei di nuovo mi inviò un invito per andare a San Pietroburgo ed io nuovamente dovetti accampare una scusa per non andarci, sia perchè non avevo i soldi per farlo e sia perchè non sapevo cosa inventare come scusa a casa.
Uno dei motivi per il quale con lei avevo litigato qualche mese prima era stato il fatto che quando mandò a me la mail con la sua ultima foto tra i destinatari ci stava anche un indirizzo a me sconosciuto. Inviai anche io una mail a questo indirizzo chiedendo se conosceva la tipa. Questo mi rispose dicendo mi conoscerla e di avere con lei un rapporto speciale da un paio di anni. Quando io a lei chiesi chi era questo qua, mi disse di non sapere chi fosse e di aver inserito quell'indirizzo per sbaglio. Io le dissi di aver contattato il tipo e lei s'incazzò parecchio.
C'è da dire una cosa. Questa ragazza fino a marzo del 2001 è stata sposata con un russo. Ha divorziato perchè ha scoperto che il marito aveva un'altra.
Ad ogni modo, dopo aver ripreso il nostro dialogo, decidemmo che l'unico modo per incontrarci era che lei avrebbe dovuto venire qui. Organizzai tutto io. Le pagai il biglietto e feci tutti i documenti necessari per farle ottenere il visto.
A me servivano soldi ed allora tramite una finanziaria online ottenni un finanziamento abbastanza sostanzioso con il quale pagai tutto, compreso l'appartamento turistico dove io e lei avremmo dovuto soggiornare per le due settimane in cui lei veniva a Roma.
Io speravo che mia moglie decidesse di andare a vivere da sola prima di quella data, perchè ormai era da mesi che diceva che l'avrebbe fatto, mentre, invece, in pratica, non lo faceva.
Quando arrivò il giorno in cui la tipa sarebbe dovuta arrivare, le dissi che per motivo di lavoro sarei dovuto andare a Milano per un paio di settimane.
La tipa arrivò e finalmente ebbi modo di conoscerla di persona. L'emozione fu grande per entrambi. Lei era splendida ed affascinante ed anche lei mi trovo parecchio interessante di persona.
Dopo qualche giorno però mia moglie ci vide in giro per Roma. Iniziò a tempestarmi di telefonate che io puntualmente declinavo. Seppi in seguito da lei che in quel periodo si era portata a casa il suo amante ed un altro tipo che aveva conosciuto in chat.
Quando la tipa se ne andò io mi ritrovai praticamdnte al verde. Tornai a casa e dopo qualche giorno mia moglie andò a vivere da sola.
Per due mesi restai in casa da solo senza poter pagare l'affitto e il proprietario di casa a quel punto decise di cacciarmi via.
Non sapendo dove andare mia moglie mi propose di andare a vivere da lei a patto che non avrei dovuto avere più alcun contatto con la tipa di San Pietroburgo. Io provai a mollarla, ma non fui in grado di farlo.
Rimasi a casa di mia moglie per un mese e nel frattempo con la tipa di SPb organizzavo il suo ritorno per agosto.
Con mia moglie nel frattempo la situazione era diventata alquanto insostenibile. Lei di tanto in tanto tornava tardi la sera perchè andava ad incontrare i suoi amichetti.
Arrivato agosto andai via di casa. Per far fronte alle spese che avrei dovuto sostenere ottenni un nuovo finanziamento.
La tipa arrivò e dopo due settimane andò via. Furono due settimane splendide. lei ovviamente non sapeva tutti i casini che avevo combianato per lei. Sapeva che con mia moglie ormai erano mesi che non ci vedevamo, che tra tre anni avremmo divorziato e che i soldi per il suo viaggio li avevo ottenuto facendo straordinari al lavoro da parecchi mesi.
Anche ad agosto presi un appartamento turistico. Quando lei andò via io in poche ore riuscii a trovare una stanza in appartamento con degli studenti con il patto che il primo ottobre sarei dovuto andare via perchè i loro colleghi tornavano a Roma.
Nel frattempo io e la tipa si SPb ceravano di organizzare il suo ritorno in Italia con un visto per ricerca lavoro. Scorii poco dopo che questa legge non esiste più, ma a lei non lo dissi. Non sapevo come diirglielo perchè temevo di perderla per sempre. Lei era disposta a lasciare il suo lavoro pur di stare con me e a quel punto decisi che era ora che le dicessi tutta la verità su di me, su cosa avevo fatto per lei, su tutte le cose che le avevo tenuto nascosto e su tutte le menzogne che per amore le avevo dovuto dire.
Per riassumere lei sapeva che io e mia moglie orami eravamo in crisi da parecchio tempo, che tra tre anni avremmo divorziato e che per lei qui a Roma era pronto un appartamento dove assieme avremmo vissuto.
Devo dire anche che in questo anno spesso le ho mandato dei soldi sia perchè lei guadagnava poco al lavoro e sia perchè a me faceva piacere farle dei regali ed accontentare ogni suo desiderio.
Spesso ero io che la invogliavo a comprare qualcosa di carino dicendole che per me era un piacere farle di continuo dei regali.
Da me ha ricevuto un paio di anelli con diamanti, un colier d'oro, vestiti, scarpe, telefonino nuovo e assistenza economica praticamente illimitata.
Lei mi ha sempre detto di amarmi profondamente, specialmente dopo avermi incontrato la prima volta ad aprile.
Ieri sera le ho raccontato tutta la verità, su come per lei io ho deciso di lasciare mia moglie, su come per lei io ho fatto debiti per accontentare ogni suo desiderio e per farle trascorrere in Italia dei periodi indimenticabili. Lei li per li non sapeva cosa dire. Era scioccata e non riusciva a credere ad ogni parola che le dicessi. Qualche giorno fa, in previsione della sua venuta in Italia, mi aveva detto che avrebbe voluto comprare una pelliccia ed un paio di scarpe. Io le dissi che non sapevo se sarei stato in grado di soddisfare questo suo ulteriore desiderio e lei mi rispose che se non potevo non ci sarebbe stato alcun problema.
Ieri sera, dopo aver ascoltato le mie parole, mi disse che avrei dovuto trovare un modo per risolvere questa mia situazione assurda e di richiamarla la sera successiva, ovvero stasera.
Oggi, a pranzo l'ho chiamata, e lei, molto delicatamente, mi ha detto che con lei avevo chiuso. Non poteva credere che per un anno io le avessi raccontato tutte quelle bugie e le avessi nascosto tutti i casini che per lei avevo combinato. Mi ha detto che lei non è una ragazzina con la quale si può giocare. Mi ha salutato con un bel "Vse! Do svidania!" e ha riattaccato il telefono.
Adesso mi ritrovo con un bel po di debiti da pagare e dal primo ottobre non so dove andare a vivere perchè non ho nemmeno i soldi per trovare una stanza.
Lo so che sono da manicomio...
Mia moglie vive da sola e progetta di riportare a Roma con se nostra figlia.
Lei di tanto in tanto fa conoscenze con diverse persone, tanto per ammazzare la noia.
Ad agosto se ne andata a Milano a conoscere un tipo che poi ha ospitato anche in casa sua.
Le banche mi chiamano. Il tizio che mi aveva affittato la casa fino allo scorso giugno vuole i soldi per i danni che ha trovato in casa, tutti causati da mia moglie, e se non glieli do manda qualcuno a rompermi le gambe.
la tipa di SPb sa tutta la verità adesso e quello che ha potuto fare, ovviamente, è stato mollarmi.
Diceva di amarmi profondamente, che per lei ero ormai come uno di famiglia. Io le ho detto che ho dovuto raccontarle tutta la verità perchè non potevo più andare avanti così.
A giugno avevamo anche litigato, perchè lei per telefono aveva iniziato a maltrattarmi. Quando io decisi di mollarla lei invio in SMS al tipo al quale aveva mandato la foto a gennaio. Questo qui, di contro, mi invio ina email dicendo mi che la tipa lo aveva contattato e si chiedeva perchè lo avesse fatto, visto che sapeva che lei stava con me. Quando io la richiamai, per chiederle spiegazioni, lei mi riattaccò il telefono in faccia. Dopo un paio di settimane però facemmo pace, visto che lei ad agosto sarebbe dovuta tornare qui.
Questa è la mia storia.
Ho deciso di raccontarvela perchè stasera non sapevo che fare. Grazie a mia moglie a Roma non ho amici. Lei non ha mai voluto avere amici, o, quanto meno, non ha mai voluto conoscere i miei amici, Quando eravamo il Sicilia ha avito modo di farmi perdere gli amici che avevo da decenni. Adesso sono solo, solo come un cane, senza nessuno con cui parlare. Spesso l'idea del suicidio mi ha sfiorato la mente. Dal primo ottobre non so dove andare. Non ho il coraggio di chiedere aiuto ai miei. Loro è già tanto che si stanno occupando mi mia figlia.
Per amore ho combinato tutto questo casino e adesso non so come venirne a capo... sono alla seconda birra adesso e alla trentesima sigaretta di oggi.
Scusate il disturbo.
Luca Baldini
notdefinite
lucabaldini33@hotmail.com
Luca

Niko se mi mandi la tua mail ti rispondo in privato.

Anche se tu in questo momento hai bisogno di sfogarti e di comprensione secondo me:

1) Mai dire le bugie che hai detto tu.
2) Non cercare di colpevolizzare la tua ex moglie
3) Non dire di ammazzarti: o lo fai sul serio senza dire nulla o non scrivi un post così lungo....
4) Purtroppo la tua storia è soloun elenco di azioni sbagliate: ma questa è solo cronaca, devi fare un'analisi interiore dei motivi REALI per cui questa storia è successa.
5) Parlare qui fa bene, ma parlare ad uno psicologo fa meglio.

Domenico Azzolina
male
dazzolina@tim.it
Niko

oscarjsweb chiocciola hotmail.com
Non colpevolizzo nessuno.
Luca Baldini
notdefinite
lucabaldini33@hotmail.com
Luca

Vedi, nel tuo racconto alterni la tua storia che è chiaramente non leale con quella altrettanto "sporca" della tua ex moglie. Quando succedono queste cose di solito non c'è chi ha torto e chi ha ragione. Se la tua ex moglie è andata a letto con qualcuno forse ce l'hai portata tu....te lo sei mai chiesto? Forse anche lei cercava da te quello che tu le avevi promesso e non le hai mai dato...... O forse è il contrario.... Per questo io dico che è meglio vedere questa cosa da un punto di vista esterno, non perchè io credo che uno psicologo sia un mago! Ma in questo momento tu non sei in grado di capire che cosa ti è successo e che cosa ti succede.... Rischi di finire nei guai, la perdita dei soldi, degli affetti...e la bambina? Dove è la bambina nella tua storia? Dopo averla parcheggiata dai tuoi in Sicilia pensi di aver risolto tutto? Non è mica un oggetto, sai?
E poi, all'inizio dici "era il tipo di persona che avevo sempre desiderato conoscere, intelligente, brillante, allegra e forte di spirito" e poi ti ritrovi a regalarle gioielli etc.... scusa, sono un po' duro con te: ma sei un po' coglione, sai?? Si compra il pane o una macchina ma mica l'amore.... Niko, ci sono passato anche io in una brutta situazione, ed ora ti dico che le parle dolci e di comprensione sono quelle che ti sono meno utili.

Comunque è un'argomento complesso e non è possibile liquidarlo in due parole....
male
maurorsi@yahoo.it
Mauro

Caro Niko... non sei da manicomio, penso che quello che ti è successo non sia poi così fuori dal mondo... diciamo che hai sbagliato l'approccio, hai lasciato che l'istinto prendesse il sopravvento sulla ragione. Alla fine questa scelta difficilmente paga... però, che ne so, forse io avrei fatto lo stesso, qualche anno fa!
Ora no, e penso che anche tu d'ora in poi sarai più... attento!
Domani è un altro giorno.... e pensa che hai una figlia smile_teeth ...
Salvatore Rodia
male
a131215@yahoo.com
A131215

Caro Niko, forse non serve a nulla ma ho letto la tua storia e volevo mandarti un messaggio di solidarietà.
In diversi punti del tuo racconto e cioè quando parli di come si è comportata tua moglie e di come ti sei comportato tu
mi ci sono riconosciuto molto. Anche io dopo sogni di vita felice mi sono ritrovato solo, con un avvocato
che ti comunica LUI che la tua storia d'amore è finita, con continue umiliazioni e la sensazione di essere
trasparente non potendo cambiare una storia già scritta. Ma, mi sono risollevato, ho alzato testa, cerco nuovi amori,
lavo e stiro, faccio la spesa, sogno e vivo e la cosa più bella: sorrido.
con affetto Sa'lik
Marco Micalizio
male
marco_micalizio@virgilio.it
Marckoit

Ciao niko , la tua storia e' priva di particolari riflessivi, hai agito essenzialmente con il cuore ...ma ti capisco molto..anche io ho una esperienza simile con la mia ex moglie italiana , ma non ho fatto le stupidate di abituarla in questo modo come tu hai fatto con lei ...mi riferisco ai gioielli , collane , bracciali...etccc.
scusami se te lo dico in questo modo, ma sei stato tu a condizionarla in un certo senso.
invece dovevi provare non dico a privarla di ogni cosa...ma santo dio...magari a farle capire che i soldi si sudano e a volte si sudano anche con il sangue....
comunque....se mi permetti di darti un consiglio:
hai una figlia...COSA ASPETTI !!!!! vai da lei li troverai le risposte ai tuoi dubbi esistenziali....

Ciao a presto...
Marco.
Salvatore Rodia
male
a131215@yahoo.com
A131215

Quando sento la frase "l'hai abituata male" mi si rivolta il sanguesmile_angry
ma di chi stiamo parlando di una donna o di un cavallo??cloud_lightning
Se uno fa regali vuol dire che ama e vuole trovare sempre
modi nuovi per esprimerlo! E' proprio perchè i soldi
per comprare tali regali si sudano che è così importante
donare present Se poi l'oggetto del tuo amore se ne approfitta
e cerca di sfruttare la generosità questo è un problema
della sua coscienza e della sua avidità!
Di queste cose presto qualcuno gli presenterà il conto!
Sa'lik
Duilio
male
duilioalessandro@tiscalinet.it
Spakkio

Scusa Niko, io sarei l'ultimo che dovrebbe parlare in quanto mai sposato (per fortuna) e poi non so neanche chi tu sia (ci conosciamo! no! e allora kissenefrega). A differenza tua io ho avuto altri casini con le mie care mezze cartucce. Nonostante la mia sincerità e la mia lealtà nei loro confronti vedevano ciò che in realtà non esisteva, ovvero corna su corna, forse perchè sono sempre stato e sono tuttora una persona fin troppo socievole, è il mio carattere che ci posso fare! Sicuramente è il mio lato migliore come magari per molte cretine può essere il mio lato peggiore. Certo avrei voluto imparate a raccontare frottole ed essere sleale con l'altro sesso, prendere per i fondelli tutte quante, e vendere tanto di quel fumo come fanno molti, portarle a letto, farle sentire vere T.O.E, però è più forte di me, non ce la faccio e forse è meglio così. E poi cosa ci guadagnerei, nulla. (beh nulla proprio no, una tacca in più sul pisello, non trovi). A questo punto viva la sincerità almeno si vive con la coscienza a posto.
Inutile che "piangi" o "ti lecchi le ferite", "ORA".
Cosa ci hai guadagnato? Nulla.
Non era meglio essere sinceri fin dall'inizio? Invece sotto sotto, è come se l'avessi presa in giro, non trovi. E ora cosa pretendi? BRAVO!!Complimenti!!
Magari avevi trovato la persona giusta (e anche qui è una bella incognita sapere se effettivamente è così oppure no), che come ti ha mandato a quel paese, sicuramente poteva capirti fin da subito, e tu potevi notare se era leale con te e nutriva un forte sentimento nei tuoi confronti, oppure no. Boh magari anche questa ipotesi che ho scritto è la solita cazzata, ne dico tante oramai che quasi quasi scrivo un libro, magari divento pure ricco. smile_teeth
Ormai metti da parte il tutto, non ci pensare più ke è meglio e prendila come esperienza utile per la prox volta.
Non volevo essere duro, non volevo offenderti, pensa quello che vuoi, volevo solo farti ragionare. Prendilo come consiglio, anche se essere sinceri, leali e fedeli si continua a prenderlo sempre nel di dietro però per lo meno si può dire tranquillamente: "Sei propio una stronza, via, sciò, pussa via gattaccia malefica, succhia soldi e ....... smile_regularsmile_regular". Forse, molte volte è meglio soli che mal accompagnati, però ti assicuro, alcune volte è brutto ma soprattutto è triste anche se tutto ciò che hai dentro sei bravo di nasconderlo.
Fabri -
male
icecream73@yahoo.it
Icestream

Caro Niko......non voglio fare il "saputello" però ti ricordi..a suo tempo ti avevo dato consigli e ti avevo espresso il mio punto di vista e non mi sono sbagliato.
Sinceramente mi dispiace molto che ti trovi in una situazione di questo tipo, perchè non te lo meriti anche se te la sei proprio cercata.( ti avevo dato anche del "miope")
Non riesco a capire come non sei stato in grado di interpretare certi suoi comportamenti e di capirli... fra l'altro mi sembra che anche ora hai dei dubbi su qualche aspetto della vicenda.( a me sembra tutto cosi chiaro...)
Queste cose le pensavo anche mesi fa e non te le dico adesso. ( sarebbe troppo facile "a frittata fatta".
Tu stesso ti sei messo nella situazione di non capire certe cose, coprendola di regali e soddisfando ogni sua esigenza materiale, nonostante fossi mezzo "menato"...
Da lei mi sembra che anche dal punto di vista affettivo hai ricevuto poco e niente. ( ti sei sempre lamentato della sua freddezza)
Che dire..troppo buono, troppo ingenuo.
Tieni duro e un giorno rivedrai "la luce"! ... ma tu ..caro Niko..... CAMBIA!!!" FATTI PIU FURBO! Ice.
smile_winksmile_wink
Cyberg69 Xxx
male
xxx@xxx.com
Cyberg69

Carissimo Niko,
parliamo subito del tuo futuro!
Quanto grandi sono i tuoi debiti??? Riesci a guadagnare abbastanza per pagare tutte le rate e poi fare vita di clausura durante il mese???
...hai qualche bene vendibile, tipo macchina, stereo, computer, sci, televisore bello, lettore dvd, collezione di dvd, gioielli o cose d'oro...
VENDI TUTTO, sopratutto la macchina!!! Troverai una soluzione anche senza macchina...
Ti tocca una stretta di cinghia per 1 - 3 anni!!!
Io sono un esperto in situazioni finanziarie (non vendo nulla, tranqui!).
Un ultimo consiglio (per questo post), ma CREDIMI, i tuoi ti possono aiutare, MA SII SINCERO CON LORO, TIRA FUORI TUTTO, ANZI FAGLI LEGGERE IL POST!!! Digli che hai paura di perdere tua figlia!!!(cosa che spero sia vera-la paura intendo-).Prob. ti diranno che sei una testa di m.....a, ma poi ti aiuteranno, lo so, sono i tuoi...
Lasceresti in mezzo ad una strada tua figlia tra 20 o 30 anni???!!!
Non importa quello che hai già avuto la faccia tosta di chiedere ai tuoi, fallo ancora, ma dagli prova di seri propositi di cambiamento!
BASTA MEZZE VERITA', PER AMORE POI!!!! Per EGOISMO vorrai dire... BASTA FALSITA', soprattutto con chi ti ama!!!

Ti abbraccio

Cyberg69

PS: se vuoi staccare "mi casa es tu casa"... ma per un paio di giorni!!! eheheheheh

PS II : icq va bene per sognare un pò e scopare tanto... e basta! Felice di essere smentito!

c69smile_wink
Domenico Azzolina
male
dazzolina@tim.it
Niko

Forse è stato un bene che sia finita così.
Adesso posso solo pensare al modo per risollevarmi e andare avanti.
Spero di farcela.
Vi ringrazio tutti per la solidarietà, i cazziatoni ed i consigli.
C C
male
c@c.ru
Gelpino

DAVAI NIKO DAVAI..
QUANDO AVRAI MOMENTI BUI SE CE NE SARANNO NON ANNICHILIRTI NEL PASSATO...PENSA A FARE SEMPRE QUALCOSA DI COSTRUTTIVO PER IL TUO FUTURO...IO RIESCO SOLO A DIRTI FORZA E CORAGGIO.
Fabri -
male
icecream73@yahoo.it
Icestream

Forza Niko! sospetta di piu e il mondo ti sorriderà! e poi perchè non provare con una Siciliana? a me mediamente piacciono ,molto. ciao. Ice.smile_tongue
Fausto Mantesso
male
fausto.mantesso@libero.it
Gringox

Niko,

parte della storia la sapevamo gia'!
La cosa che intanto ti consiglierei di fare (anche se difficle) e' di venire al raduno domani sera, in modo da sfogarti adeguatamente.

Tutti siamo solidali con te. Ti siamo vicini.
Ognuno a suo modo.

Non servono tanti discorsi, sermoni, cazziatoni o consigli.

Sappi comunque che, a mio parere, tu hai sbagliato sin dall'inizio. Probabilmente e' questione di caratter, di predisposizione, di infelicita'.... Non e' questione secondo me di onesta' (o meglio, entra ion gioca dopo!). La questione e' all'origine: perche' ti sei messo a chattare se avevi gia' una famiglia? Anche se ci sono problemi in famiglia, il fatto stesso di chattare, implica un tuo desiderio nascosto e una speranza di trovare qualcuno... e di conseguenza di mettresi nei casini.

Tutto cio' che ne ' seguito, fa parte delle conseguenze di quel passo che hai compiuto all'inizio. Le bugie, la voglia e la speranza di una nuova relazione, quando pero' la vecchia non era ancora definita...

E poi (io amo la Russia e le russee9), ma tu hai sbagliato a comportarti cosi' con quella russa. Io non credo che fosse vero amore, era un forte sentimento di attrazione (anche perche' non la conoscevi bene e volevi approfondire la relazione), di impulso...ma non amore. E hai sbagliato: a darle cio' che le hai dato, a farle credere qualcosa che non era, ad andare avanti pur avendo dei dubbi, ecc.

Ma anche qui e' difficile giudicare. Forse sei cosi' come persona. Forse sei un tipo che potrebbe addirittura ripetere gli errori (sai non e' raro tropvare persone che sbattono la testa contro il muoro e poi pero' ci ricadono - semplicemente perche' sono fatti cosi'!).

Mi dispiace niko, mi dispice tanto...ora devi ripartire.

Queste sono le mie uniche considerazioni.

ciao

gringox
Mauro Foresi
male
federicoforesi@tiscali.it
Tula

ciao nico,di cosa ti penti?volevi chattare..hai chattato,volevi incontrarla ..fatto,volevi viverci...son finiti i soldi. datti da fare,sei sveglio e presto sarai di nuovo a cavallo..P.S. è solo una questione di soldi (не любов)smile_regular con simpatia e amicizia.
Massimiliano Dalo
male
masyucon@tiscali.it
Masyucon

Tula, scusa se te lo chiedo, ma cosa intendi dire?
Domenico Azzolina
male
dazzolina@tim.it
Niko

Ormai l'ho capito che nella vita tutto gira intorno ai soldi ed anche l'amore non si esime dal seguire questa regola.
Mauro Foresi
male
federicoforesi@tiscali.it
Tula

ciao Masyucon, intendo dire che se c erano ancora soldi..nuova casa, nuova ragazza,nuovo sogno....sogno non amore.Il fatto è che non conosciamo il mondo russo,ancora non le conosci e già ti chiamano, re del mio cuore,mio sole e tutti i vezzeggiativi possibili..credo pensandolo davvero,e noi sognamo sognamo sognamo.Ora il sogno è finito,bisogna lavorare per poi avere un nuovo sogno.(solo ai piu bravi si avvera il sogno)smile_regularciao
Fausto Mantesso
male
fausto.mantesso@libero.it
Gringox

...(scatenero' un altro putiferio)... ma con una russa le probabilita' di cio' sono piu' alte...

Comunque, Niko, rifletti un attimo... ritorna a quei giorni di gennaio, quando chattavi e telefonavi ogni sera...

Che cosa cercavi? Perche' andavi avanti? Dove volevi arrivare?

prima dei soldi spesi, dei problemi conseguenti, delle paranoie successive... chiediti perche' facevi quelle azioni agli albori di quella maledetta relazione!

Io ritengo che sia una questione legata alla tua natura umana, alla tua psicologia e al tuo carattere. Eri curioso, volevi vedere fino a dove arrivavi...

Prova a risponderti.

Un abbraccio

gringox

Link correlati @webmaster: sono a Varsavia
Salve! Mi presento: Antonio
Ciao!!!
Salve! Mi presento: Donna30
Salve! Mi presento: Giovanni 59
sono nuovo
se sono propretario
Buongiorno,sono Federico!
Salve ! Sono pasquale e sono omosessuale
Sono nuovo
sono a Kiev
sono a kiev
Sono disperato.
Mi sono innamorato :-(
Sono Ritornato.
sono in partenza
Sono a Piter ma...
Sono o non sono da manicomio (parte II)
Ci sono gli italiani a San-Pietroburgo?
Sono disperato
sono diventato sottotenente !!!!!!!!!
Sono in CHAT
ci sono eh ??
sono nuovo
sono arrivato, finalmente
non avete sonno?... incontriamoci
Sono arrivato